A cura di Paolo Pietrapiana

Giovedì 5 Dicembre Ore 20.30

Presso il Centro “La Sorgente”,
Via Montemagno 71 Torino

Paolo Pietrapiana

Paolo Pietrapiana è nato a La Spezia nel 1959. Medico chirurgo specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione.  Appassionato e studioso di Astronomia, sin dalla giovane età ha fondato la Associazione Astrofili Spezzini nel 1978 e si è dedicato alla ricerca di nuovi asteroidi scoprendone 5 tra la metà e la fine degli anni 90. Si occupa anche di antico Egitto e di Archeoastronomia ed ha presentato numerose relazioni all’ALSSA (Associazione Ligure per lo sviluppo gli studi archeoastronomici) .

Tema della Conferenza

E’ a San Francesco di Assisi che si deve l’invenzione del presepe.  Secondo la tradizione legata alla cultura e alla religione cristiana il Presepe sarebbe la rappresentazione di quanto accadde al momento della nascita di Gesù Cristo, la Natività per eccellenza. Ma è proprio così?

Le domande diventano dubbi se si pensa alla vita di San Francesco che solo dopo un viaggio nel vicino Oriente, di ritorno dalle crociate, decide di abbandonare gli agi di una vita dispendiosa per ritirarsi in povertà nella preghiera.

Solo dopo questa esperienza, non del tutto nota, nasce l’idea del Presepe.

Il Presepe è un luogo, popolato da molti attori, in cui si svolgono alcune azioni suddivise in due tempi, forse la rappresentazione di un evento non solo o non tanto inerente la sfera religiosa.

La particolare struttura dinamica dell’insieme, unita a riferimenti di pertinenza astronomica contenuti già nei testi biblici, lascia intravvedere una possibile interpretazione in chiave astronomica con possibili riferimenti anche di tipo precessionale correlabili al periodo storico in cui l’azione si svolge.

Tale interpretazione appare supportata da tradizioni misteriche quali il culto di Mitra e dalle profonde conoscenze astronomiche, patrimonio antichissimo del vicino oriente, con cui probabilmente San Francesco venne in contatto.